Chiarimenti reverse charge

Oggetto: Reverse charge – chiarimenti Circ. Agenzia Entrate 14/E 27.03.2015 (apri)

E’ stata finalmente pubblicata la circolare in oggetto, con la quale l’Agenzia delle Entrate chiarisce l’ambito di applicazione delle novità in vigore dall’01.01.2015 in materia di “reverse charge” per alcuni servizi del settore edile.

Ricordiamo che si tratta dei servizi relativi a fabbricati (esclusi i terreni), di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e completamento, resi da imprese a soggetti Iva (imprese, professionisti, pubbliche amministrazioni nell’esercizio di attività d’impresa) e consiste nell’emettere la fattura senza Iva indicandovi “operazione soggetta a reverse charge ex art. 17 c. 6 D.p.r. 633/1972”.

E’ stato chiarito che il “reverse charge” va applicato solo per i servizi ricompresi nei seguenti codici attività:

Pulizia

81.21.00 Pulizia generale (non specializzata) di edifici;

81.22.02 Altre attività di pulizia specializzata di edifici e di impianti e macchinari industriali (la pulizia di impianti e macchinari non rientra tra i servizi soggetti a reverse charge in quanto non si tratta di edifici).

Demolizione

43.11.00 Demolizione

Installazione di impianti relativi ad edifici

43.21.01 Installazione di impianti elettrici in edifici o in altre opere di costruzione (inclusa manutenzione e riparazione);

43.21.02 Installazione di impianti elettronici (inclusa manutenzione e riparazione);

43.22.01 Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell’aria (inclusa manutenzione e riparazione) in edifici o in altre opere di costruzione;

43.22.02 Installazione di impianti per la distribuzione del gas (inclusa manutenzione e riparazione);

43.22.03 Installazione di impianti di spegnimento antincendio (inclusi quelli integrati e la manutenzione e riparazione)

43.29.01 Installazione, riparazione e manutenzione di ascensori e scale mobili;

43.29.02 Lavori di isolamento termico, acustico o antivibrazioni;

43.29.09 Altri lavori di costruzione e installazione n.c.a. (limitatamente alle prestazioni riferite ad edifici).

Completamento di edifici

43.31.00 Intonacatura e stuccatura;

43.32.01 Posa in opera di casseforti, forzieri, porte blindate;

43.32.02 Posa in opera di infissi, arredi, controsoffitti, pareti mobili e simili. La posa in opera di “arredi” deve intendersi esclusa dall’applicazione del meccanismo dell’inversione contabile, in quanto non rientra nella nozione di completamento relativo ad edifici;

43.33.00 Rivestimento di pavimenti e di muri;

43.34.00 Tinteggiatura e posa in opera di vetri;

43.39.01 Attività non specializzate di lavori edili – muratori (limitatamente alle prestazioni afferenti gli edifici);

43.39.09 Altri lavori di completamento e di finitura degli edifici n.c.a.

Attenzione:

A seguito di tale chiarimento si devono ritenere non soggetti a “reverse charge” i servizi di costruzione tetti, installazione grondaie ed altri lavori edili non rientranti nei codici indicati, mentre vi rientrano le attività di manutenzione e riparazione indicate nei codici attività elencati (ad es. la riparazione degli impianti elettrici, idraulici ecc.)

Infine si ricorda che tale novità non cancella l’applicazione del reverse charge, in vigore già da qualche anno, in caso di prestazioni di servizi edili di subappalto tra imprese con codici attività rientranti nella categoria F.

Ricapitolando quindi, in edilizia si applica il “reverse charge” nei seguenti casi:

Contratti di subappalto edile con appaltatore e subappaltatore entrambi con codice attività rientrante nella categoria F costruzioni (tutti i codici attività dal 41 al 43)

Servizi relativi ad edifici (no terreni) di pulizia, demolizione, installazione di impianti e completamento, rientranti nei codici attività sopra indicati, a nulla rilevando l’attività svolta dal cliente.

La circolare in oggetto, infine fa salvi i comportamenti tenuti dal 1° gennaio al 27 marzo 2015 e quindi non si rende necessario rifare le fatture eventualmente emesse in modo difforme rispetto alle istruzioni ora diramate.