Fatture alla Pubblica amministrazione

Dal 31.03.2015 le fatture alle pubbliche amministrazioni (Stato, Province, Comuni, Camere di commercio, Asl, Gse, Ipes, Ispettorato forestale, Ordini professionali ecc.) andranno emesse, inviate e conservate esclusivamente in formato elettronico, osservando procedure specifiche.

Non si tratta di inviare la fattura in formato pdf, ma di compilarla in un formato particolare – xml, apporvi la propria firma digitale, inviarla al sistema SDI e conservarla elettronicamente per dieci anni, osservando standard di sicurezza che solo imprese del settore riescono a garantire.

A tal fine è necessario dotarsi di un supporto informatico idoneo o affidare a terzi l’emissione/conservazione di questo tipo di fatture.

Le fatture cosiddette PA dovranno avere una numerazione separata dalle altre (ad esempio n. 1 PA, 2 PA ecc.) ed andranno registrate su un registro delle fatture emesse anch’esso distinto (diversamente tutte le fatture emesse dovranno essere conservate elettronicamente).

Lo scrivente Studio, avendo stipulato uno specifico contratto di fornitura con la società CGN, è in grado di emettere, inviare e conservare le fattura PA per conto dei propri clienti, alle seguenti condizioni economiche e procedurali:

condizioni economiche per singolo lotto di fatture emesse (gruppo di fatture trattate insieme):

€ 20,00 per la prima fattura

€ 10,00 per ogni fattura dalla seconda in poi.

corrispettivo da concordare qualora le fatture fossero particolarmente numerose.

Procedura:

l’impresa/il professionista dovrà semplicemente emettere la fattura nei modi consueti ed inviarcela via mail o fax ed a tutto il resto provvederemo noi.

Si ricorda che tali fatture devono riportare il Codice univoco ufficio, se fornito dalla pubblica amministrazione destinataria della fattura ed i codici CUP e CIG, salvi i casi di esclusione, nonché l’Iban del c/c sul quale si vuole ricevere l’accredito.

Chi intendesse avvalersi del ns servizio è pregato di riconsegnarci l’allegato atto di delega firmato.  apri delega

Per chi volesse provvedere autonomamente, ricordiamo che esistono vari fornitori del servizio “Fatturazione PA”, alcuni dei quali anche gratuiti nel caso di un limitato numero di fatture all’anno (ad esempio: Camera di Commercio oppure Ministero dell’Economia e delle Finanze), ma trattandosi di sistemi diversi da quello usato dal ns. studio, non saremo in grado di fornire  assistenza, né nella fase di iscrizione al sito del fornitore del software/servizio, né in fase di compilazione/invio delle fatture.